Home Notizie Verso la transizione 4.0

Verso la transizione 4.0

12
industria 4.0

Si parla sempre più spesso di PNRR, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Una delle voci più importanti del Piano riguarda la transizione allo scenario 4.0.

In particolare, si prevedono misure pluriennali per favorire la pianificazione delle strategie di investimento delle imprese introducendo potenziamenti, sia in termini di aliquote e massimali delle agevolazioni, sia in termini di semplificazione ed accelerazione delle procedure di erogazione del vantaggio fiscale.

L’estensione degli investimenti agevolabili, che a partire dal 2021 includono un bacino più ampio di beni strumentali immateriali, dovrebbe consentire il coinvolgimento maggiore delle piccole imprese che storicamente devono colmare un divario in termini di digitalizzazione di base.

A favore delle piccole imprese, il Piano prevede un bacino più ampio di beni strumentali immateriali agevolabili e meccanismi semplificati e accelerati di compensazione dei benefici maturati per le aziende con fatturato annuo inferiore ai 5 milioni di euro. La possibilità di fruizione immediata del credito potrebbe favorire maggiori investimenti da parte delle PMI ovviando alle note carenze di liquidità.

Il progetto si basa su un credito d’imposta articolato per spese in beni strumentali (materiali e immateriali 4.0) e per investimenti in ricerca e sviluppo, nonché in processi di innovazione e di sviluppo orientati alla sostenibilità ambientale e all’evoluzione digitale.

Ulteriore ambito d’intervento riguarda la banda larga, 5G e il monitoraggio satellitare. In tal senso si prevedono interventi per la riduzione del digital divide favorendo il raggiungimento degli obiettivi europei della Gigabit society. Tra le linee principali:

  • Il Piano Italia 1 Gbit/s che prevede il completamento del progetto Banda ultra larga, con iniziative per il collegamento all’utente finale delle connessioni ultraveloci e la sua estensione alle nelle aree grigie;
  • La copertura in fibra ottica in realtà pubbliche ritenute prioritarie (completamento Piano scuole; piano sedi della sanità; piano fibra per parchi naturali; piano fibra per musei e siti archeologici);
  • Fibra per il 5G lungo le vie di comunicazione extra-urbane e diffusione di reti 5G negli impianti sportivi pubblici;
  • Interventi per la promozione dei servizi 5G e la safety del 5G.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare il numero 0733 366438 o scrivere a [email protected]

Confartigianato Imprese Macerata – Ascoli Piceno – Fermo