Home Autoriparazione Trasporti – Novità su revisioni e contributi automotive

Trasporti – Novità su revisioni e contributi automotive

30
revisioni e contributi automotive

Di seguito le ultime novità riguardanti revisioni e contributi automotive.

Revisioni

Le revisioni in scadenza al 30 giugno sono state prorogate al 30 aprile2022 . Queste le altre proroghe ancora in essere:

  • Scadenza originaria dall’1/10/2020 al 31/10/2020: proroga al 31/8/2021. Si applica in Italia e su tutto il territorio UE alle categorie di veicoli M, N, O3, O4, T5.
  • Scadenza originaria dall’1/11/2020 al 30/11/2020: proroga al 30/9/2021. Si applica in Italia e su tutto il territorio UE alle categorie di veicoli M, N, O3, O4, T5.
  • Scadenza originaria dall’1/12/2020 al 31/12/2020: proroga al 31/10/2021. Si applica in Italia e su tutto il territorio UE alle categorie di veicoli M, N, O3, O4, T5.
  • Scadenza originaria dall’1/1/2021 al 31/1/2021: proroga al 30/11/2021. Si applica in Italia e su tutto il territorio UE alle categorie di veicoli M, N, O3, O4, T5.
  • Scadenza originaria: dall’1/2/2021 al 28/2/2021: proroga al 31/12/2021. Si applica in Italia e su tutto il territorio UE alle categorie di veicoli M, N, O3, O4, T5.
  • Scadenza originaria dall’1/3/2021 al 31/3/2021: proroga al 31/1/2022. Si applica in Italia e su tutto il territorio UE alle categorie di veicoli M, N, O3, O4, T5.
  • Scadenza originaria dall’1/4/2021 al 30/4/2021: proroga al 28/2/2022. Si applica in Italia e su tutto il territorio UE alle categorie di veicoli M, N, O3, O4, T5.
  • Scadenza originaria dall’1/5/2021 al 31/5/2021: proroga al 31/3/2022. Si applica in Italia e su tutto il territorio UE alle categorie di veicoli M, N, O3, O4, T5.
  • Scadenza originaria dall’1/6/2021 al 30/6/2021: proroga al 30/4/2022. Si applica in Italia e su tutto il territorio UE alle categorie di veicoli M, N, O3, O4, T5.

Contributi per l’automotive

Dal 2 agosto, è possibile prenotare sulla piattaforma del ministero dello Sviluppo economico ecobonus.mise.gov.it i bonus per l’acquisto di nuovi veicoli.

La conversione in legge del Decreto Ristori Bis ha, infatti, previsto il rifinanziamento del fondo automotive per l’acquisto di veicoli più sostenibili (fino a 135 g/km di CO2), con o senza rottamazione.

I fondi messi a disposizioni ammontano a 350 milioni che sono così ripartiti:

  • 200 milioni per acquistare, esclusivamente con rottamazione, i veicoli con emissioni comprese tra 61-135 g/km CO2. Il contributo è di 1.500 euro
  • 60 milioni per ottenere l’extrabonus e acquistare veicoli con emissioni comprese tra 0-60 g/km CO2. Il contributo ammonta a 2.000 euro con rottamazione e a 1.000 senza
  • 50 milioni per l’acquisto di veicoli commerciali e speciali, di cui 15 milioni esclusivamente per i veicoli elettrici. Tra le novità del Decreto Sostegni Bis c’è la possibilità di acquistare con leasing finanziario, già a partire dal 25 luglio 2021, anche questa tipologia di veicoli. Restano invariati i contributi previsti dalla Legge di Bilancio 2021 e quindi prenotabili in base alla “Massa Totale a Terra -MTT” e all’alimentazione. Attenzione: per la prenotazione, in questo caso, è necessario aspettare il 5 agosto
  • 40 milioni per l’acquisto di veicoli di categoria M1 usati, di classe Euro non inferiore a 6 ed emissioni fino a 160 g/km di CO2. Viene riconosciuto un contributo fino 2.000 euro, calcolato in base alla fascia di emissione.

Per usufruire del contributo è necessario rottamare una vettura immatricolata prima del gennaio 2011, o che abbia raggiunto i dieci anni nel periodo in cui viene richiesto l’ecobonus. Si potrà accedere a questo incentivo solo dopo le necessarie modifiche tecniche della piattaforma.

Info
Paolo Zengarini 0733 366236
[email protected]

 

foto: freepik.com

Confartigianato Imprese Macerata – Ascoli Piceno – Fermo