ARTIGIANATO
ARTISTICO

Carta, ceramica, cuoio, gioielli, legno, metallo, pietra, restauro, strumenti musicali, tessile, vetro.

Botteghe che custodiscono tradizioni, tipicità, mestieri. E quei prodotti oggi definiti “eccellenti” per cura e qualità, orientati all’innovazione e ai cambiamenti in atto. Il tessuto produttivo marchigiano fonda le proprie radici nell’artigianato artistico tipico e tradizionale. Un mondo costituito da tanti settori, apparentemente diversi tra loro ma accomunati dalla sapienza, dall’attenzione per il “fatto a mano” e da realizzazioni uniche. Che sono un vanto per tutto il nostro territorio.

Nelle Marche il settore è disciplinato dalla legge regionale 28 ottobre 2003, n.20 (“Testo unico delle norme in materia industriale, artigiana e dei servizi alla produzione”). Nell’atto si prevedono incentivi a favore dell’artigianato, con particolare riferimento a quello artistico, tipico e tradizionale.

La Regione Marche ha assegnato un ruolo importante all’artigianato artistico e tipico di qualità. L’obiettivo è quello di salvaguardare e rilanciare lavorazioni di prestigio e, nel contempo, offrire opportunità professionali a giovani capaci di reinterpretare il passato attraverso le tendenze culturali ed estetiche del presente. Confartigianato Imprese Macerata – Ascoli Piceno – Fermo accompagna le imprese nei percorsi di riconoscimento dei requisiti, nell’accesso ai contributi per lo sviluppo del settore, nella promozione e nell’approccio alla digitalizzazione. Anche in ottica e-commerce.

Confartigianato Imprese Macerata – Ascoli Piceno – Fermo