Home Ambiente

    Ambiente

    Il servizio offre consulenza nel campo ambientale e si propone come uno strumento a disposizione dell’imprenditore per rimanere aggiornato nei confronti di una materia complessa ed in continua evoluzione.

    Le due principali aree tematiche del servizio ambiente sono legate alla gestione di rifiuti (D.Lgs 152/2006) e agli adeguamenti in materia di H.A.C.C.P. (Pacchetto Igiene).

    Il servizio si occupa di:

    • Redazione manuali di autocontrollo (Manuale H.A.C.C.P.);
    • Redazione piani di campionamento annuali o pluriannuali;
    • Effettuazione di prelievi alimentari e non finalizzati ad indagini microbiologiche, biologiche o chimiche in materia di qualità e igiene alimentare;
    • Assistenza tecnica apertura nuovo locale;
    • Assistenza all’impresa nel caso di ispezioni effettuate da parte di organi di vigilanza o di ispettori di qualità;
    • Docenze per enti di formazione in materia di H.A.C.C.P.;
    • Redazione modulistica per adeguati di vario genere;
    • Richiesta per autorizzazioni emissioni in atmosfera, scarico delle acque
    • Denunce e registri di carico e scarico per la gestione dei rifiuti.

    Articoli Correlati

    ALIMENTARISTI E IL NUOVO “PACCHETTO IGIENE”

    Nel corso del 2004 L’Unione Europea ha emanato un corpo di regolamenti che unitamente al Regolamento 178/2002 sulla rintracciabilità costituisce il pacchetto igiene.
    Gli operatori del settore sono tenuti a modificare il loro Piano di Autocontrollo adeguando i manuali per garantire la sicurezza igienica del prodotto.
    Ricordiamo che per molte inottemperanze alle regole igienico sanitarie del pacchetto igiene, la normativa prevede che l'autorità di controllo provveda immediatamente all'applicazione della sanzione senza che venga più concesso il periodo di prescrizione (decreto legislativo 193/07).

    ISCRIZIONE ALL’ALBO GESTORI AMBIENTALI DEI TRASPORTATORI IN CONTO PROPRIO

    Su circa 100.000 imprese, in prevalenza di edilizia e di installazione impianti, sta per abbattersi una ‘tassa’ da 34 milioni di euro. Si tratta dei balzelli per l’iscrizione all’Albo Nazionale dei gestori ambientali - Sezione trasporto in conto proprio di rifiuti.

    In pratica, le imprese che per svolgere la propria attività devono smaltire rifiuti, sono costrette ad iscriversi all’Albo e ad effettuare i seguenti versamenti: 50 euro per l’iscrizione all’Albo Gestori Ambientali, 168 euro per la tassa di concessione governativa, altri 120 euro per diritti di segreteria.

    COS’E’ LA LEGGE 626?

    Pubblichiamo un agevole compendio sulla legge 626 del 1994 con tutte le integrazionie modifiche intercorse da interventi legislativi successivi. Legge_626.pdf

    VIDIMAZIONE DEI REGISTRI DI CARICO E SCARICO DEI RIFIUTI, dal 13/02/2008

    Dal 13 febbraio 2008 la vidimazione dei registri di carico e scarico dei rifiuti dovrà essere fatta dalla Camera di Commercio territorialmente competente. Ai sensi dell'art. 190 del D.lgs. 152/2006, così come modificato dal D.lgs. n. 4/2008 ( Ulteriori disposizioni correttive ed integrative del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152, recante norme in materia ambientale – Gazzetta Ufficiale del 29 gennaio 2008),  sono tenute alla vidimazione dei libri di carico e scarico le imprese che producono rifiuti pericolosi e le imprese che producono rifiuti non pericolosi. La vidimazione di tali registri è attribuita in via esclusiva alla Camera di Commercio, pertanto le imprese non potranno più richiedere la vidimazione agli uffici dell'Agenzia delle Entrate.

    IN VIGORE IL TESTO UNICO IN MATERIA DI SICUREZZA

    Dal 25 Agosto 2007 sono in vigore i seguenti adempimenti per le imprese: 

    • obbligo per il Committente in caso di contratti d’appalto e d’opera di elaborare un unico documento di Valutazione dei Rischi che indichi le misure adottate per eliminare le interferenze da allegare al contratto;
    • sospensione dell’attività imprenditoriale, in caso di gravi e reiterate violazioni della disciplina in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro;
    • annullamento del beneficio di sospensione dell’attività ispettiva, relativamente alla tutela della salute e la sicurezza dei lavoratori, nei confronti delle imprese che abbiano inoltrato all’INPS territorialmente competente, entro il 30 Settembre 2007, apposita istanza di regolarizzazione dei rapporti di lavoro;
    • novità in merito ad elezione e funzioni del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) ed ai compiti degli Organi Paritetici;
    • Dal 1° Settembre 2007 obbligo del tesserino di riconoscimento per il personale occupato da imprese appaltatrici e subappaltatrici e lavoratori autonomi esteso a tutti i settori di attività.
    Confartigianato Imprese Macerata – Ascoli Piceno – Fermo