Home Notizie Sostegni ai giovani per l’avvio di start up innovative

Sostegni ai giovani per l’avvio di start up innovative

start up innovative

Sta per partire il bando Start&Innova Giovani, voluto per sostenere la creazione di imprese innovative da parte di giovani disoccupati laureati o laureandi. Previsti contributi per 5.000.000 di euro.

Obiettivi della misura

Promuovere la cultura della imprenditorialità e sostenere nuove start up innovative, comprese quelle provenienti dal mondo della ricerca (spin off universitari), nei settori ad alto potenziale di crescita e portatori di innovazione individuati dalla Strategia di Specializzazione intelligente 2021-2027 (S3) Marche di cui alla DGR n.42/2022.

Soggetti interessati 

I soggetti che possono presentare domanda di finanziamento devono, al momento della presentazione della domanda:

  • essere laureati/e laureandi/e* che non abbiano ancora compiuto il 36° anno di età
  • essere residenti o domiciliati nella regione Marche
  • essere disoccupati ai sensi del D.Lgs n. 150/2015 e ss.mm.ii
  • aver attivato un accordo/protocollo/convenzione con uno dei soggetti di seguito elencati:
    • Università delle Marche e gli incubatori/acceleratori certificati di impresa con sede nella regione Marche;

*Si considerano laureandi i giovani studenti che hanno già richiesto la tesi di laurea corredata dall’assegnazione da parte del professore competente e che hanno sostenuto almeno il 90% degli esami del corso di studio. Sono ammesse tutte le lauree previste dal sistema universitario: vecchio ordinamento, triennali, specialistiche, magistrali.

** Al momento della presentazione della domanda i richiedenti non devono aver compiuto il 36° anno di età

 Regolamento 

  • Partecipazione a mezzo procedura informatizzata;
  • Sono ammissibili, esclusivamente, le imprese che si costituiscono successivamente alla pubblicazione dell’Avviso Pubblico sul BURM e comunque dopo l’invio della domanda di contributo;
  • Le imprese devono costituirsi nella forma di società di capitali, anche in forma cooperativa;
  • Le imprese devono effettuare l’iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio competente per territorio, nella Sezione speciale dedicata alle start up innovative, di cui all’art. 25 comma 8 della L. n. 221/2012 e ss.mm.ii, in quanto aventi i requisiti previsti dall’art. 25 comma 2 L. 221/2012 e ss.mm.ii.

Una start up innovativa è una società di capitali, costituita anche in forma cooperativa, che possiede i seguenti requisiti oggettivi:

  • ha la sede principale dei propri affari ed interessi in Italia, o in un altro Paese dello Spazio Economico Europeo ma con sede produttiva o filiale in Italia
  • a partire dal secondo anno di attività, il totale del valore della produzione annua, così come risultante dall’ultimo bilancio approvato entro sei mesi dalla chiusura dell’esercizio, non è superiore a 5 milioni di euro
  • non distribuisce e non ha distribuito utili
  • ha, quale oggetto sociale esclusivo o prevalente, lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico
  •  non è stata costituita da una fusione, scissione societaria o a seguito di cessione di azienda o di ramo di azienda

Infine, una startup è innovativa se possiede almeno uno dei seguenti requisiti soggettivi:

  1. a) sostiene spese in R&S e innovazione pari ad almeno il 15% del maggiore valore tra costo e valore totale della produzione
  2. b) impiega personale altamente qualificato (almeno 1/3 dottori di ricerca, dottorandi o laureati con esperienza almeno triennale in attività di ricerca, oppure almeno 2/3 con laurea magistrale
  3. c) è titolare, depositaria o licenziataria di almeno una privativa industriale relativa ad una invenzione industriale afferente all’oggetto sociale e all’attività di impresa o titolare di un software registrato dei seguenti ulteriori requisiti di cui alla sopracitata legge

Agevolazione concedibile

Contributo a fondo perduto pari a 40.000 euro.

Scadenza presentazione istanze

Dal 1° febbraio 2024 fino alle ore 18:00 del 22 aprile 2024.

Confartigianato Imprese Macerata – Ascoli Piceno – Fermo