Home Notizie Fondo Complementare Area Sisma: scopri i contributi a fondo perduto per le...

Fondo Complementare Area Sisma: scopri i contributi a fondo perduto per le imprese

1978
fondo complementare area sisma

Pubblicate le ordinanze e le linee guida relative al Fondo complementare Area Sisma Centro Italia 200-2016 che includono 11 bandi dal valore di circa 700 milioni di euro  afferenti la macro misura B.

Fondi dedicati al rilancio economico e sociale delle quattro regioni colpite dai terremoti del 2009 e del 2016, Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.

Obiettivi: favorire lo sviluppo, la crescita occupazionale, l’inclusione sociale, anche attraverso il terzo settore, il turismo, la cultura, l’economia circolare, il riuso delle macerie, la filiera del legno ed agroalimentare e le comunità energetiche.

Soggetti attuatori: Invitalia e Unioncamere

La missione della misura è quella di migliorare la capacità competitiva dei territori attraverso l’imprenditorialità della popolazione residente, il rafforzamento del tessuto sociale ed economico e lo stimolo all’innovazione produttiva.

Tempi invio istanze

Procedura a sportello dal 15 settembre 2022 (ore 10:00) al 14 ottobre 2022 (ore 23:59)

Procedura a graduatoria 
→ dal 15 settembre 2022 (ore 10:00) al 31 ottobre 2022 (ore 23:59)

Bando B 1_3 A – INTERVENTI PER LA NASCITA, LO SVILUPPO E IL CONSOLIDAMENTO DI INIZIATIVE MICRO IMPRENDITORIALI E PER L’ATTRAZIONE E IL RIENTRO DI IMPRENDITORI

TIPO DI INTERVENTI

  • AVVIO (start up/costituite da non oltre 12 mesi) 40% del fondo | Progetti da 40.000 a 250.000 euro
  • SVILUPPO (ampliamento, ammodernamento, integrazione attività produttive e reshoring) 60% del fondo | Progetti da 40.000 a 400.000 euro

TEMPI DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO: 18 mesi + 6 proroga opzionale

DOTAZIONE DEL BANDO: 100 milioni di euro

SPESE AGEVOLABILI

  1. Opere murarie e assimilate (max 50% del programma di spesa)
  2. Macchinari, impianti, attrezzature e strumenti nuovi di fabbrica
  3. Programmi informatici e servizi per le nuove tecnologie
  4. Brevetti, licenze, know how software, marchi, progettazione e sviluppo del visual/digital brand ecc ed altre immobilizzazioni immateriali (max 40% del programma di spesa)
  5. Consulenze specialistiche e spese di costituzione
  6. Altre spese immateriali

REGIME DI AIUTO: disposizioni del Regolamento GBER, del Regolamento de minimis del Quadro temporaneo e del Quadro temporaneo Ucraina.

Contributo in conto impianti massimo fino a:

  • Linea Avvio 80% del programma di investimento
  • Linea Sviluppo 50% del programma di investimento

Maggiorazioni dell’intensità di aiuto per:
– Linea Avvio: disoccupati di lunga durata, donne inattive, soggetti residenti in territori diversi che spostano la residenza
– Linea Sviluppo: operanti nel cratere, fatturato 2021 almeno pari al 50% del 2019

PROCEDIMENTO

  • Linea Avvio: a graduatoria
  • Linea Sviluppo: a sportello per le imprese danneggiate dal sisma (calo fatturato triennio successivo al 2016 rispetto triennio antecedente di almeno il 30% o possesso scheda Aedes), a graduatoria per le restanti.

Bando B 1_3 B – INTERVENTI PER L’INNOVAZIONE DIFFUSA – “CENTRO PER L’INNOVAZIONE”

FINALITÀ DELL’INTERVENTO: sostenere programmi innovativi di sviluppo aziendale, incentivando il sistema produttivo. La misura di aiuto viene articolata in 2 fasi

  • Fase 1 Voucher Innovazione diffusa – 8 milioni
  • Fase 2 Sostegno ai progetti di innovazione – 50 milioni

DOTAZIONE DEL BANDO: 58 milioni di euro

FASE 1
Intervento diretto all’acquisto di servizi di consulenza specialistica finalizzati all’individuazione di percorsi di innovazione di prodotto, di processo o si organizzazione delle PMI.

Agevolazioni: 80% delle spese ammissibili:

  • 30.000 euro per le microimprese
  • 40.000 euro per le piccole imprese
  • 50.000 per le medie imprese

FASE 2
Intervento per il rafforzamento e il rilancio della competitività delle PMI mediante la concessione di un contributo per la realizzazione dei progetti di innovazione.

Progetti da minimo 250.000€ fino ad un massimo di 2.500.000€
Durata massima18 mesi + 6 mesi di proroga opzionale

SPESE AMMISSIBILI:

  • Spese di personale
  • Strumenti e attrezzature
  • Ricerca contrattuale, le competenze e i brevetti
  • Servizi di consulenza e sostegno all’innovazione
  • Spese generali supplementari e altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto 25% per le micro, 20% per le piccole e 15% per le medie imprese)

SOSTEGNO:
Il contributo è concesso a copertura del 50% delle spese ammissibili. Gli aiuti per l’acquisizione di immobilizzazioni materiali e immateriali sono concessi nei limiti delle intensità di aiuto previste dalla Carta degli aiuti regionale 2022 27 (art 14 GBER), in de minimis o Quadro temporaneo Ucraina.

PROCEDIMENTO:
Fase 1:  a graduatoria
Fase 2: a sportello per le imprese danneggiate dal sisma, a graduatoria per le restanti.

Bando B 1_3 C – INTERVENTI PER L’AVVIO, IL RILANCIO E IL CONSOLIDAMENTO DI ATTIVITA’ ECONOMICHE E PER IL RIENTRO DI QUELLE TEMPORANEAMENTE DELOCALIZZATE

FINALITÀ DELL’INTERVENTO: sostenere l’avvio, il riavvio e il consolidamento di attività economiche, nonché il rientro di quelle temporaneamente delocalizzate, attraverso la creazione di micro e PMI o il rafforzamento di quelle già esistenti.

INTERVENTI AGEVOLABILI: investimenti con programmi di spesa finalizzati

  • Nuove iniziative imprenditoriali o allo sviluppo di società micro e piccole esistenti costituite da non più di 60 mesi (importo minimo 400.000€ fino ad un massimo di 1.5000.000€) – a graduatoria
  • Programmi di investimento volti al consolidamento di società costituite da oltre 60 mesi (importo minimo 400.000€ fino ad un massimo di 2.5000.000€) – a sportello quelle danneggiate dal sisma, a graduatoria le restanti

TEMPI DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO: 24 mesi + 6 mesi di proroga opzionale

DOTAZIONE FINANZIARIA: 40.000.000 euro; il 40% delle risorse riservate a realtà con sede nelle aree del cratere prima del 31/12/2015

SPESE AMMISSIBILI:

  • Opere murarie (massimo 50% dell’investimento ammesso)
  • Macchinari, impianti ed attrezzature
  • Programmi informatici, servizi per le tecnologie dell’informazione e comunicazione
  • Brevetti, licenze e marchi
  • Consulenze specialistiche fino al 15% investimento massimale

SOSTEGNO:

  • Nuove iniziative: Mix Mutuo a tasso zero e contributo a fondo perduto fino al 80% di copertura della spesa ammessa (fondo perduto massimo 50% spesa ammissibile) (art. 22- GBER)
  • Consolidamento: Mix mutuo a tasso zero e contributo fondo perduto fino al max 80% di copertura della spesa ammessa (fondo perduto per le zone 107.3.C carta degli aiuti)

– massimo 45% per le micro e piccole imprese
– massimo 35% per le medie imprese

Maggiore agevolazioni (mix mutuo e contributo fino al 90% fermo restando come sopra indicato il fondo perduto) per:

  • Imprese aventi sede nei comuni maggiormente colpiti dal sisma (zona A PRG)
  • Imprese composte in maggioranza da giovani tra 18 35 anni e/o donne
  • Soggetti proponenti che avevano sede legale ed operativa nelle aree del cratere alla data del 18/01/2017

Bando B 2_1 – INTERVENTI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE CULTURALI, CREATIVE, TURISTICHE, SPORTIVE, ANCHE DEL TERZO SETTORE, ATTRAVERSO FORME DI SOSTEGNO A PROGETTI DI INVESTIMENTO E A PROGETTI COLLABORATIVI DI INNOVAZIONE E DI SVILUPPO DI ATTRATTORI TURISTICI

INTERVENTI AGEVOLABILI: investimenti con programmi di spesa finalizzati

  • Piccole imprese in fase di avvio o allo sviluppo di società esistenti e costituite da non più di 60 mesi (importo minimo 200.000€ fino ad un massimo di 800.000€) – a graduatoria
  • Programmi di investimento volti al consolidamento e allo sviluppo di PMI (importo minimo 300.000€ fino ad un massimo di 1.500.000€) – a sportello quelle danneggiate dal sisma, a graduatoria le restanti

DOTAZIONE FINANZIARIA: 60.000.000 euro

SETTORI:

  • Settori culturali e creativi
  • Settore turistico nuova ricettività, agriturismi (esclusivamente per il miglioramento e l’adeguamento della ricettività e accoglienza turistica dimostrando di aver già presentato domanda all’EROA), adeguamento e valorizzazione strutture ricettive esistenti
  • Settore sportivo per la realizzazione di impianti
  • Attività di servizio connesse alla valorizzazione turistico ambientale del territorio
  • Servizi e attività complementari e/o integrati con le iniziative finanziabili nell’ambito della B 2.2 del PNC sisma

SOSTEGNO

  1. Nuove iniziative: per le aree ricadenti nelle zone di cui all’art 107.3.c agevolazioni concesse nei limiti massimi dell’art. 22 GBER, nella forma del fondo perduto fino all’80%. Per gli agriturismi fino ad un massimo di 400.000€ tramite QT Ucraina.
  2. Programmi di investimento: per le aree ricadenti nelle zone di cui all’art 107.3.c agevolazioni regime previsto nella sezione 3 13 del Quadro temporaneo Covid (per agevolazioni deliberate entro il 31/12/2022):
  • Piccole imprese contributo massimo 50%
  • Medie imprese contributo massimo 40%

In alternativa per tutte le aree sezione 2 1 quadro Temporaneo Ucraina fino a 400.000 euro con intensità non superiore all’80% Art 53 GBER per la cultura e la conservazione del patrimonio culturale e Art 55 GBER per le infrastrutture sportive.

SPESE AMMISSIBILI

  • Opere murarie e assimilate (massimo 60%), acquisto terreni e immobili (massimo 10%)
  • Immobilizzazioni materiali e immateriali ammortizzabili
  • Arredi e attrezzature
  • Programmi informatici, servizi per l’ICT, contenuti digitali
  • Brevetti, licenze e marchi
  • Consulenze tecniche connesse alla realizzazione dell’investimento (massimo 10%)

Il nostro ufficio contributi è a disposizione per fornire consulenza e assistenza nella predisposizione delle istanze [email protected]

  • Macerata 0733 366421 – 0733 366406 – 0733 366418
  • Ascoli Piceno-Cupra Marittima 0733 366970
  • Fermo 0733 366932

Compila il modulo per avere maggiori informazioni, sarai ricontattato* dai nostri referenti↓

*agli interessati che compileranno il modulo ricordiamo che i nostri uffici saranno chiusi dal 16 al 26 agosto e dal 29 agosto al 31 agosto resteranno aperti solo la mattina.

Confartigianato Imprese Macerata – Ascoli Piceno – Fermo