Home Alimentazione La lepre e la luna: l’economia circolare in cantina

La lepre e la luna: l’economia circolare in cantina

131
La Lepre e La Luna

Cosa accade quando passioni e visioni coincidono? Quando gusto ed interesse s’intrecciano? Di certo la vita delle persone cambia.

la lepre e la lunaQualcosa di tangibile nell’Azienda agricola La Lepre e la Luna di Montecassiano (Macerata), creatura di Roberta Palmieri e di suo marito Gianluca Zitti, ingegneri con la passione per la terra, le sue durezze, i suoi colori. Una passione tale da spingerli ad investire sulle proprie origini guardando al futuro della propria famiglia. Una coppia che ha scelto di legare la propria traiettoria al luogo dove ha costruito la propria casa. Che ha radicato nella terra il sostegno per i propri sogni.

La lepre e la lunaLa Lepre e la Luna produce vino ed olio con metodi biologici e biodinamici senza utilizzare produzioni di stampo industriale. Perseguendo, piuttosto, ideali di qualità con produzioni limitate di poche, preziose, centinaia di bottiglie l’anno. Vini lavorati artigianalmente, pezzi unici. Diversi dagli altri, riconoscibili per aromi, trasparenze, purezza, facilità di beva che esaltano al meglio le uve, il territorio e la stagione.

Parlando con Roberta e Gianluca si percepisce che il rispetto per la natura è basilare per ogni visione economica che voglia definirsi pienamente circolare. L’attenzione ai dettagli è qui determinante. L’approccio agrario biodinamico permette una conduzione rispettosa del suolo e delle caratteristiche originali del vigneto. Le lavorazioni sono ridotte all’essenziale e condotte rigorosamente a mano, utilizzando essenze vegetali e minerali con sapienza contadina. L’uso di sostanze di sintesi è nullo. La raccolta viene effettuata con mezzi minimali, adeguati alle ridotte dimensioni del fondo aziendale. I grappoli, selezionati manualmente uno ad uno per evitare ogni artificio.

La lepre e la lunaSpostandosi in cantina, contigua al terreno e realizzata con materiali rispondenti ai criteri della bioarchitettura, si prende contatto con la vinificazione. Anch’essa risponde all’impronta di circolarità generale caratteristica dell’approccio aziendale. Roberta e Gianluca hanno infatti scelto di utilizzare allo scopo anfora di terracotta, realizzate manualmente in Italia con tecniche classiche dei mastri vasai, per conferire un’impronta antica e peculiare alle produzioni. Qui producono vini rossi, bianchi, dolci ed anche bollicine fermentate in bottiglia. Non usano lieviti selezionati e non effettuano filtrazioni. Utilizzando moderne conoscenze dei processi di coltivazione e vinificazione applicate al contenitore più antico, l’anfora di terracotta (neutra come l’acciaio, ma che respira come il legno), creano vini vivi ed animati. Rispettosi del luogo dove sono nati. Curati nella veste grafica con etichette personalizzate nello stile, nei testi e nei disegni. Immagini nate in sinergia con un’azienda grafica del territorio, che riprendono un’antica leggenda orientale ed hanno ottenuto premi in vari concorsi internazionali.

La lepre e la luna

L’approccio è, in ogni fase, totalmente artigianale e circolare. Per ogni aspetto dell’attività. Legato al recupero di tecniche tradizionali, alla concezione, personalissima, di tecniche di lavorazione ed alla riduzione costante degli sprechi. I titolari applicano a mano le etichette ad ogni singola bottiglia riducendo la generazione di qualunque tipo di rifiuto.

Stesso approccio viene tenuto con la porzione di terreno adibita ad uliveto. La raccolta è manuale e le potature e tutti gli scarti di lavorazione vengono lasciati sul terreno e trinciati per arricchire e proteggere il suolo.

La realtà aziendale è piccola, circa un ettaro e mezzo, ma densa di prospettive. Qui nascono prodotti dinamici e riconoscibili. Curati e rispettosi dell’ambiente da cui provengono.

Vini ed oli da scovare fra molti.

Confartigianato Imprese Macerata – Ascoli Piceno – Fermo