Home Autoriparazione Le ultime novità per il settore Autoriparazione

Le ultime novità per il settore Autoriparazione

82
novità autoriparazione
In arrivo l’aumento della tariffa revisioni. Importante risultato per la battaglia di Anara Confartigianato

E’ in arrivo un importante risultato per le battaglie dei Revisori Auto di Anara Confartigianato. Nella manovra economica all’esame della Camera è stato approvato dalla Commissione Bilancio un emendamento che aumenta di 9,95 euro la tariffa delle revisioni, bloccate da 13 anni. L’emendamento era stato sollecitato da Confartigianato sia nei confronti del Ministero dei Trasporti sia a livello parlamentare.

Una volta approvato definitivamente dal Parlamento, l’aumento della tariffa sarà attuato con decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, entro trenta giorni dall’entrata in vigore della Legge di Bilancio.

Per compensare l’aumento viene riconosciuto un buono denominato “buono veicoli sicuri” ai proprietari di veicoli a motore che sottopongono il proprio veicolo alle operazioni di revisione.

L’aumento della tariffa – afferma il Presidente Anara Claudio Chiacchiera – recepisce le richieste dei Revisori auto di Confartigianato per sostenere i centri di controllo e incentivare l’attività di revisione, servizio di pubblica utilità indispensabile per garantire la sicurezza degli utenti e della circolazione stradale.

Il fronte delle nostre battaglie sindacali non si esaurisce certo con questo capitolo, seppur importante per la categoria, ma stiamo sollecitando con caparbietà la soluzione di altre problematiche.

Alleggerimenti tempi e prove operazioni revisione – Rivisitazione Protocollo MCTNet2: il Ministero dei Trasporti procederà con le semplificazioni di immediata realizzazione volte ad agevolare l’operatività dei centri di controllo, in attesa di una rivisitazione più approfondita e funzionale del Protocollo MTCNet2 per ridurre all’essenziale tempi e costi delle revisioni.

Questi gli interventi imminenti:

  • Sforzo pedale: è in fase di emanazione una circolare del Ministero che impartirà istruzioni operative circa l’abolizione dell’utilizzo dello sforzo pedale, per la soluzione definitiva della questione.
  • Fonometro: il Ministero è in procinto di diramare indicazioni anche in materia di fonometro, lasciando all’ispettore facoltà di valutazione soggettiva in  materia, come già avviene per il controllo del livello sonoro del motore. In proposito abbiamo chiesto al Ministero che vengano al più presto forniti chiarimenti per una corretta applicazione della Direttiva Europea 2014/45/UE che prevede l’utilizzo del fonometro di classe 2 che ha un costo molto inferiore rispetto al fonometro di classe 1 attualmente in uso presso i centri di controllo.

Taratura attrezzature: il Ministero sta mettendo a punto una soluzione per correggere il termine annuale per la verifica metrologica delle attrezzature previsto dal Decreto di recepimento della Direttiva Europea 2014/45/UE, ai fini di un allineamento ai parametri della stessa Direttiva che stabilisce, invece, la cadenza biennale. Ci sono state quindi anticipate e assicurate novità a breve in tal senso.

Attestazione Capacità Finanziaria: sono allo studio da parte del Ministero ipotesi per ridurre la soglia economica a suo tempo prevista dalla normativa che è assai elevata, adeguandola ai costi reali delle attrezzature delle nostre aziende, nonché per rivedere la materia, anche alla luce delle novità legislative nel frattempo intercorse.

Il requisito della capacità finanziaria non può comunque essere eliminato quale garanzia di affidabilità/sicurezza della prestazione del servizio, necessaria per l’Amministrazione e l’utenza.

Rafforzamento controlli, contrasto concorrenza sleale: il Ministero è al lavoro per potenziare e migliorare il sistema su tutto il territorio nazionale, sia da un punto di vista operativo (strumenti informatici, coordinamento con le Province che rilasciano le autorizzazioni, etc.), sia sotto l’aspetto sanzionatorio, attraverso correttivi legislativi che prevedano un meccanismo graduale in funzione della gravità della violazione.

Visita e prova veicoli, a seguito di modifiche strutturali e funzionali (Legge 11-9-2020 n. 120 di conversione del DL Semplificazioni, Articolo 49, comma 5-ter, lettera g): è in fase di ultimazione da parte del Ministero dei Trasporti un provvedimento per semplificare la procedura dei collaudi, relativi a 3 categorie: ganci traino; sostituzione bombole gpl-metano; montaggio comandi per veicoli adibiti a scuola guida.

Tale semplificazione viene attuata in via amministrativa, legittimando le imprese di autoriparazione specializzate nella installazione di impianti gpl-metano e riconosciute (con firma depositata) dal Ministero dei Trasporti a rilasciare la certificazione degli interventi eseguiti sui veicoli.

Accertamenti svolti da ispettori (Legge 11-9-2020 n. 120 di conversione del DL Semplificazioni, Articolo 49, comma 5-septies, lettera b): il Ministero ha rassicurato nuovamente la Categoria che si tratta di una norma, che rientra nelle prerogative dirette dell’Amministrazione, per far fronte alle esigenze contingenti e carenze operative dell’Amministrazione in materia di revisione dei veicoli pesanti.

La norma riguarda le attività svolte in regime di Legge 870/86 e non interferisce in alcun modo sul ruolo/inquadramento degli ispettori operativi presso i nostri centri di controllo, di cui all’articolo 80 del Codice della Strada. La Categoria, comunque, continuerà ad essere consultata dal Ministero per rendere pienamente operativo il nuovo regime
degli ispettori previsto dal Decreto di recepimento della Direttiva Europea 2014/45/UE.

Al via i rifornimenti self-service per gpl-metano e il portale con tutte le informazioni per cittadini e imprenditori

I Ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti, dell’Interno e dello Sviluppo Economico hanno approvato l’avvio in Italia del rifornimento self-service per il metano per autotrazione, attraverso l’attivazione del portale www.iovadoametano.it.

Il sito, realizzato da SNAM su indicazione dei ministeri coinvolti nel progetto e in collaborazione con i Vigili del Fuoco, mette a disposizione degli automobilisti tutte le informazioni utili, anche sotto forma di video tutorial, per effettuare il rifornimento in autonomia e totale sicurezza.

Gli utenti potranno accedere alle informazioni riservate attraverso la registrazione sul sito, che permetterà anche di consultare la mappa dei distributori autorizzati sul territorio nazionale.

Il portale sarà lanciato nei prossimi giorni e implementato nei prossimi mesi, per diventare a tutti gli effetti il punto di riferimento nazionale per l’intero settore gpl-metano.

Confartigianato Imprese Macerata – Ascoli Piceno – Fermo